lunedì 28 dicembre 2015

Museo Diocesano Ascoli

Il Museo Diocesano Ascoli non è che uno dei punti d'interesse storico culturale di questo prezioso comune delle Marche, ricco di monumenti, di tipo religioso e non solo, appartenenti ad epoche passate e a secoli ormai trascorsi.



Ti basterà infatti girare per le vie della città e visitare il centro storico, per renderti conto di quanti reperti ben tenuti questo comune marchigiano custodisca.

Il Museo in particolare espone opere appartenenti al mondo dell'arte sacra e si trova nel palazzo dell'Episcopio, nei pressi di piazza Arringo, dove trovano posto anche la pinacoteca e il museo archeologico.

Il Museo Diocesiano è stato creato con l'obbiettivo di accogliere e mantenere nel corso del tempo le opere che fanno parte del patrimonio artistico e culturale della diocesi di Ascoli. Il Museo Diocesano Ascoli fu inaugurato nei primi anni Sessanta ed è composto da sette differenti spazi che raccolgono sculture, dipinti, manufatti d'argenteria sacra e pezzi d'arredamento. Diversi dei reperti contenuti appartengono alla città di Ascoli.

Le differenti sale che costituiscono il museo hanno tutte delle tematiche specifiche che accomunano le opere presenti al loro interno. La Sala del Prologo contiene una Santa Croce del Quattrocento, mentre lo spazio della Galleria è dedicato all'arte orafa e contiene molti reperti preziosi e ricchi di fascino, tra i quali si trovano croci, cofanetti e statuette.

La Sala Uno accoglie le opere pittoriche di Carlo Crivelli, artista della seconda metà del Quattrocento, tra cui figura la Madonna di Poggio Bretta. La Sala 2 ospita i dipinti di Cola dell'Amatrice. Le Sale Tre e Quattro mettono in mostra opere barocche, come quelle di Carlo Allegretti e Ludovico Trasi.

La Sala dell'Eden, o sala Cinque, ha un nome curioso per via delle colonne che sono presenti al suo interno e che raffigurano i personaggi biblici di Adamo ed Eva. All'interno di questo spazio si trova il Braccio Reliquiario di Sant'Emidio ed altri capolavori barocchi.

Le opere che si possono ammirare nelle varie sale sono davvero tante, tutte a carattere religioso, ma vanno molto oltre il loro aspetto sacro: sono infatti testimonianza delle cultura che ha caratterizzato il comune di Ascoli nei secoli passati.



Photo credit: Wikipedia