lunedì 28 dicembre 2015

Via delle Stelle Ascoli Piceno

Ascoli Piceno nasconde fra le sue pieghe un luogo davvero magico ed antico, che attira ogni anno centinaia di visitatori e di curiosi, di turisti e di innamorati. Stiamo parlando della Via delle Stelle Ascoli Piceno, chiamata in dialetto locale "Rrétë li miérghjë", che significa "dietro i merli", o anche Rua delle Stelle.



Questo sentiero che si snoda lungo i confini della città segue il percorso della sponda del Tronto, il fiume cittadino, affiancando quelle che una volta erano le antiche mura medievali di Ascoli Piceno.

Si tratta di un luogo ricco di scorci, di vedute romantiche e di paessaggi spettacolari, senza dubbio l'ideale da percorrere se volete trascorrere qualche ora in mezzo alla natura, abbagliati dalla bellezza medievale e meno conosciuta di questa città marchigiana.

Il percorso parte dall'ex chiesa di Santa Maria delle Stelle, (proprio da questo edificio religioso la stradina ha preso il nome), e quindi raggiunge Porta Gemina e Porta Solestà, dove si trova il Ponte Romano.

Il soprannome di Via delle Stelle Ascoli Piceno, "dietro ai merli", fa riferimento proprio al fatto che esso fiancheggi l'antica merlatura che difendeva la città. Oggigiorno i merli non sono più visibili perché sono stati consumati dal tempo e dagli agenti atmosferici.

Passeggiare lungo Via delle Stelle è un tuffo indietro nel tempo, in una Ascoli Piceno antica e medievale.

Il sentiero in ciottoli, la lussureggiante vegetazione che si accompagna al fiume Tronto, lo scorrere pacato delle sue acque, le vecchie mura della città: il sentiero regala scorci incredibili e panorami davvero suggestivi di fronte ai quali è impossibile rimanere indifferenti.

L'intero percorso dura solamente una ventina di minuti, ma vorrete restare lungo questo sentiero per molto più tempo, ad ammirare la bellezza dei lastricati ed il silenzio quasi irreale che sembra trasportare lontano chilometri rispetto alla concitata vita cittadina.

Percorrendo Via delle Stelle potrete stupirvi della bellezza della natura, quella alla quale si tende a non fare più caso. Canneti, scorci, il fascino della campagna, i campanili ed i tetti, sembrano richiamare l'idea di un'Ascoli Piceno Medievale, rimasta ferma ed intatta nel tempo.

Il fascino di questa strada incastrata fra le mura ed il fiume sembra non venire mai meno nonostante i suoi anni, e forse proprio in ragione della sua età.



Photo credit: Panoramio